La7 e Mentana per l’Italia che lavora

Oggi, ore 23.50 circa, La7 termina l’ultima versione serale del suo TG , ormai noto per aver rubato importanti quote di mercato in termini di audience ai Tg ben più consolidati di RAI e Mediaset.

Mentana, di certo non un mezzobusto qualunque, è riuscito con compostezza a passare dal 3 e mezzo all’11 per cento di share in un solo anno proprio in quella fascia oraria dalle 20 alle 21 che prepara le basi in termini di pubblico per la successiva e golosissima ‘prima serata’.

Di certo Mentana è alleggerito dai problemi politici che in un modo o nell’altro colpiscono la libertà d’azione dei due grandi network televisivi concorrenti.

Da una parte l’istituzionalissimo Tg1 ha perso costantemente quota grazie anche alla conduzione di Minzolini, il quale viene infatti preso in giro puntualmente dalla Minzoparade del Fatto Quotidiano. Tg2 e Tg3 possono sicuramente migliorare e svecchiarsi, ma è difficile chiedere ai Direttori del Telegiornale di sorpassare quelle logiche inefficienti imposte da un Consiglio d’Amministrazione infestato da politici di seconda mano e amici degli amici.

Dall’altra parte della barricata, si fà per dire, troviamo Tg4 Tg5 e StudioAperto. Studio Aperto è sicuramente debole dal punto di vista accademico  ma allo stesso tempo è forte di una brand equity che è rimasta coerente dalla Folliero passando per Giorgia Palmas e arrivando a Belen Rodriguez . Ovviamente questi valori possono sottendere una strategia mirata a interessare adolescenti e uomini annoiati. Questa cultura un pò gossippara, caratteristica e stereotipo delle reti Mediaset, è però sparsa su tutti i Tg Mediaset in maniera più o meno evidente. Basti pensare allle Meteorine del Tg4…

E allora?

E allora La7 e il Tg di Mentana godono di un punto di differenza: la supposta maggiore serietà e imparzialità nel dare le notizie. Il rischio di essere attaccati come faziosi di sinistra è debole quando si pensa alla lunga carriera di Mentana in Mediaset. Il rischio di essere catalogati come ‘destra’ è facilmente scansabile dall’abissale differenza nell’approccio giornalistico tra Mentana e molti dei suoi colleghi.

Proponendosi come centro pensante e preoccupato per le sorti del paese, La7 in generale e il Tg di Mentana nello specifico vogliono farsi portabandiera di quell’atteggiamento responsabile e ponderato verso la realtà. A questo proposito cade a fagIUOlo l’utlima collaborazione con la Camera di Commercio di Milano. Alla fine del Tg La7 delle 23.50 infatti si propone un video di pochi minuti come esempio di Operosa Italia incarnata da PMI di successo provenienti direttamente da YouImpresa, canale mediatico della stessa Camera di Commercio di Milano.

POINTLESS VIEWPOINT:

Consiglio a La7 di allargare la propaganda dell’operosità e del buon lavoro in fascie orarie meno di nicchia, storie di successo reali sono il giusto colpo di morale di cui abbiamo tutti bisogno. Non saranno energetici come un Calendario di Manuela Arcuri, ma di certo il valore positivo si estende ad una fascia di popolazione più ampia.

Avverto invece YouImpresa di verificare che io non sia l’unico utente ad aver incontrato problemi nel visualizzare i video. Ho speso anche più di 5 minuti sul sito senza successo e, se consideriamo che sulla pagina dei risultati di Google  un tempo di caricamento di mezzo secondo in più può far crollare il traffico del 20%, io mi preoccuperei un pò…

Advertisements